Il “Saluto al Sole” è una sequenza di posizioni tra le più famose dello yoga: si tratta di una sequenza nella quale il supporto della respirazione è fondamentale ed aiuta il corpo a prendere coscienza di sè.
La particolare pratica di ripeterla 108 volte ha il significato di celebrare la luce che dona la vita: perchè proprio 108? Le risposte che si possono trovare sono, di fatto, infinite: dalla religione all’astrologia, dalla scienza alla linguistica, la ricorrenza di questo numero è veramente stupefacente! Dalla matematica (1 = Dio, 0 = il vuoto, 8 = l’infinito), al Corpo Energetico (108 sono le Nadi, cioè i canali energetici), per arrivare al Sanscrito (la lingua originale dello yoga) dove ci sono 54 lettere femminili e 54 maschili, ossia 108. La particolarità è, quindi, la ricorrenza di questo numero.
Non solo: secondo la tradizione yogica, in India ci sono 108 pithas, ossia siti sacri. Così come ci sono 108 Upanishad (testi sacri) e 108 punti marma, cioè sacri del corpo.
Quindi, questo numero è stato (ed è tuttora) considerato un numero sacro.

Questa sequenza, praticata nel giorno del solstizio di inverno, rappresenta la celebrazione della nuova stagione e vuole onorare e ringraziare il sole e la Madre Terra.

Ho voluto coinvolgere chi pratica yoga con me, chiedendo di ripetere il saluto al sole 108 volte il 29 dicembre: sono molto contenta di avere trovato l’interesse e la voglia di provare questa sequenza, che rimane pur sempre impegnativa per il numero di ripetizioni. Grazie a tutti per avere partecipato!!!

Claudia

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.